Browsing Category

sale

COTTURA/ FARINA MANITOBA/ FARINE/ FORNETTO ESTENSE/ gas/ HOME MADE/ IMPASTATRICE PLANETARIA KENWOOD KMIX/ INTOLLERANZE, ALLERGIE/ LIEVITI/ OLIO DI MAIS/ pasta madre/ PIZZE/PANE/GRISSINI/ raccolta di ricette/ sale/ SEMI/ senza burro/ SNACK/ UOVA/ YOGURT/ zucca/ zucchero di canna

PAGNOTTA RUSTICA YOGURT E SEMI DI ZUCCA COTTA AL FORNETTO ESTENSE

Livello di difficoltà:★
Tempo di preparazione:3h45min
Tempo di cottura:45min
Porzioni ottenute:915gr

UTENSILI
planetaria Kenwood kmix,teglia rotonda,carta forno,fornetto estense,gratella

INGREDIENTI:
450gr farina manitoba,1uovo,
60ml olio di mais,150gr yogurt greco,
200 ml latte,50gr semi di zucca
1cucchiaio zucchero di canna,
1 bustina di lievito madre essiccato

PREMESSA:
Aprile dolce dormire… Ma non dimenticate
di sognare sempre piatti belli,creativi e buonissimi e se avete bisogno di idee
Io sono qui!
Arrivo oggi con una nuova ricetta!

Portiamo in tavola una pagnotta preparata con ingredienti semplici,naturali che la rendono davvero stuzzicante a garanzia di un prodotto firmato home made;
cotto come da buona abitudine
all’interno del magico fornetto estense…
Curiosi di sapere come l’ho realizzata?!
Continuate a leggere…
Un saluto e alla prossima bontà!

PROCEDIMENTO
Per prima cosa scaldate al pentolino su fiamma bassa lo yogurt insieme al latte affinché risulti essere tiepido per potervi sciogliere il lievito madre con aggiunta di zucchero di canna.
Procedete dunque in questo modo all’interno di terrina o planetaria munita di gancio impastatore.
Aggiungete farina manitoba,uovo,semi di zucca,olio e avviate la macchina a velocità moderata.
Poco prima di ultimare l’impasto aggiungete il sale.
L’impasto ottenuto liscio e morbido dovrà essere fatto lievitare per 2h all’interno di forno spento con lucina accesa e terrina d’acqua calda.

Trascorsa la prima lievitazione disponete la pagnotta all’interno di terrina rotonda dopo aver effettuato sull’impasto un paio di pieghe quindi portate nuovamente a lievitazione da 40min a 1h.

Ultimata anche la seconda lievitazione preriscaldato su fornello medio della cucina il fornetto estense alla temperatura di 190℃ adagiate la teglia sopra supporto quadrato e fate cuocere mantenendo fiamma al minimo e coperchio con fori chiusi per 45min.

A cottura ultimata sformate su gratella per far freddare completamente.

Tagliate a fette e gustate a piacere!
Buon appetito!

essiccato/ ESSICCATORE ELETTRICO/ HOME MADE/ PEPERONCINO/ RICETTE CALABRESI/ sale/ senza burro/ Senza categoria/ senza glutine/ SENZA GRASSI/ senza latte/ senza lievito/ senza olio/ senza uova/ SPEZIE

POLVERE ROSSA PICCANTE HOME MADE

Livellodi difficoltà : ☆ ☆ 

Categoria prodotti dell’orto, prodotti home made, prodotti biologici, piccante, polvere, peperoncino, ricette per vegetariani, ricette AUTUNNO/INVERNO, HOME MADE, senza grassi, sale, senza burro, essiccati, RUSTICO, ricette senza glutine, RICETTE ESTIVE, senza uova, essiccatore

Tempo di preparazione 7h15min
Tempo di cottura 7h di essicazione
Porzioni 1 bicchiere di peperoncino in polvere
UTENSILI
essiccatore elettrico
Macinino elettrico
Cucchiaino
Forbice
Terrina
Cucchiaio
Guanti in lattice
INGREDIENTI
30 peperoncini rossi
2cucchiai di sale fino

La ricetta che oggi vado a proporvi non è da sottovalutare in quanto alla sua realizzazione servono:
tempo,metodo e utensilii idonei al fine di ottenere il prodotto come mostrato in foto.

Produrre un buon peperoncino in polvere può sembrare essere davvero banale ma oggi insieme per togliere ogni dubbio vedremo come si prepara.
Vi sono 3 metodi di conservazione del peperoncino:congelato,sott’olio, essiccato;noi prepareremo quest’ultimo.

Il peperoncino ha molte proprietà a beneficio del nostro organismo,ve ne sono di diverse qualità e di diversi gradi di piccantezza,colore e forma.
Vi sono peperoncini:verdi,gialli,rossi,arancioni e color cioccolato
Diversi anche nelle forme:lunghi,corti,a campana,tondi con al loro interno tanta o poca sementa.

A non tutti piace mangiare piccante,non è consigliato ai bambini o a chi soffre di ulcere intestinali ma ci sono popolazioni come ad esempio i thailandesi ai quali sin da piccoli viene dato e insegnato l’uso del peperoncino coltivatori di una delle specie più piccanti,utilizzato soprattutto da coloro che vivono nella parte povera della Thailandia non solo come potere curativo e antibatterico ma soprattutto per camuffare la qualità del cibo,
in questo modo il gusto piccante andrà a coprire il sapore reale del cibo.

Paese che vai usanze che trovi…
Senza andare troppo lontano, rimanendo nella nostra amata Italia scendendo verso la Calabria troviamo i nostri connazionali,veneratori del peperoncino.
Oltre ad usarlo negli impasti di insaccati come salsiccia e anduja,lo usano anche a condimento di sughi,primi e secondi piatti o per prodotti sott’olio.
Quando raccolgono il peperoncino dalla pianta realizzano delle vere e proprie collane di peperoncino con ago e spago da cucina e appeso al soffitto o in luoghi asciutti e ben ventilati aspettano che secchino per essere successivamente ridotti in polvere.

Oggi noi non “appicheremo” al soffitto di casa nostra collane di peperoncino a cui servirebbero mesi prima di poter essere macinati ma grazie a un pratico e utile accessorio di cucina chiamato ESSICCATORE ovvieremo tutto questo in poco più di 7h di tempo così da essere pronto per poter essere macinato e usato a condimento delle nostre pietanze.

Avete voglia di provare a cimentarvi nella preparazione di questa nuova ricetta?!
Non vi resta che continuare la lettura del post…Un saluto e arrivederci alla prossima ricetta!

PROCEDIMENTO

Per prima cosa andate a lavare sotto l’acqua corrente
i Vostri peperoncini uno alla volta molto velocemente affinché non assorbino troppa acqua ma sufficiente ad eliminare polvere e residui di terra.
Asciugateli con carta assorbente e metteteli da parte.
Prima di iniziare a tagliarli procuratevi dei guanti in lattice e impremunitevi ad indossarli per evitare “scottature” durante la manipolazione degli stessi peperoncini dovuta ai loro semi e al loro succo.
Prendete dunque una forbice e iniziate a tagliare ogni peperoncino a rondella riunendo i pezzi all’interno di una capiente terrina contenente sale fino.
Ultimato il taglio dei peperoncini girateli con un cucchiaio nel sale affinché si amalghimino bene quindi distribuiteli sui piani del Vostro essiccatore e azionate la macchina.
Durante il processo di essiccazione controllateli girandoli affinché si “tostino”in modo uniforme almeno ogni 2 ore cambiando anche la disposizione dei piani.
Il tempo di essiccazione durerà secondo potenza della vostra macchina ad ogni modo non sarà meno di 7h.
Ultimato il processo di essiccatura i peperoncini dovranno essere ben secchi tanto che toccandoli dovranno rompersi e scrocchiare sotto le vostre dita.
Per ottenere però una polvere rossa finissima dovrete munirvi di un macinino elettrico quindi riunite poco alla volta i peperoncini nel macinino e frullateli alla massima potenza stando però attenti alle polveri sottili che spargendosi nell’aria inalandole vi provocheranno i seguenti sintomi:
bruciore agli occhi,tosse convulsa,starnuti.
Effettuate la macinazione vicino a una finestra in modo tale da avere un riciclo d’aria(non azionate ventilatori)
Conclusa la macinatura conservate la polvere rossa piccante in barattolini di vetro o portaspezie.
Riponendo il peperoncino secco lontano da umidità e al riparo dalla luce questo si manterrà per 3 anni.
Utilizzatelo a condimento delle Vostre esigenze e pietanze con moderazione.
Buon appetito!

CONSIGLIA Rose di patate

Send this to a friend